Alla ricerca della prima musica

  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /home/accadem4/public_html/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 0.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /home/accadem4/public_html/sites/all/modules/captcha/captcha.inc on line 61.

By elio - Posted on 06 Agosto 2012

Flauto in osso, probabilmente dell'età del bronzo (Museo di Storia di Berna)Ritrovare la sorgente della musica è sempre stato il sogno di tanti studiosi – musicologi, sociologi, etnologi, antropologi – che, soprattutto durante gli ultimi cento anni, hanno dedicato i loro sforzi in questa affascinante ricerca.

E’ nata così, per opera di musicologi come Erich Von Hornbostel (1877 – 1935), Curt Sachs (1881 – 1959) e Marius Scheider (1903 – 1982) una nuova scienza: la musicologia comparata, che si prefigge di risalire alle prime manifestazioni musicali dell’uomo preistorico attraverso l’analisi e la comparazione di canti, ritmi, esecuzioni strumentali registrate presso genti primitive del nostro tempo.

Lo studio approfondito di tutto il materiale raccolto sinora tende ad avvalorare l’ipotesi che musica e linguaggio abbiano avuto un’origine comune e che la musica, almeno sotto la forma di canto, non sia stata che l’emissione modulata di un richiamo, di un lamento o di un grido di gioia.

Pagina successiva >>

Commenti recenti

Creative Commons

Creative Commons banner
Questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons