L’ Accademia ARS ANTIQUA presenta CONTINUA – MENTE


By Rosalina - Posted on 26 Marzo 2011

SinergiaPercorso progettuale di Continuità Verticale ed Orizzontale con le Scuole del Territorio
Progetto Sperimentale Triennale a.s. 2010-2013

MOTIVAZIONE
Molte esperienze educative rivolte alle scuole del territorio atessano e del comprensorio limitrofo, sono state svolte, in anni precedenti, da varie agenzie educative presenti ad Atessa o che avevano nel loro bacino di interesse Atessa e le zone circostanti ad essa. Spesso sono risultate distaccate, saltuarie, episodiche e, soprattutto, senza una vera continuità che abbracciasse tutte le scuole e che le investisse in maniera organica e completa. E’ mancata, sovente, l’integrazione vera e propria fra gli alunni dell’intero territorio tenendo conto, allo stesso tempo, della partecipazione di tutti i gradi di scuola.
Le motivazioni di tali condizioni sono rintracciabili sotto molteplici aspetti:

ASPETTO GEOGRAFICOAtessa
- Conformazione geografica della cittadina atessana. Molto estesa e con una posizione territoriale che spazia da zone pedemontane a luoghi vallivi e di pianura. Pertanto, conciliare la possibilità di mettere insieme tutte le scuole, è sempre risultata una impresa molto difficile da realizzare.
- Conformazione complessiva della zona d’ambito territoriale, si spazia da paesi di montagna a luoghi di alta collina, a zone pianeggianti.

ASPETTO LOGISTICO
- Difficoltà di conciliare il trasporto degli alunni, dislocati in luoghi diversi e distanti fra loro
- Difficoltà di ottenere tutte le autorizzazioni necessarie per un progetto a largo raggio.

ASPETTO ORGANIZZATIVO
- Difficoltà di ottenere e rispettare tempi orari delle scuole
- Complessità degli accordi con l’Ente Locale di Atessa e/o con quelli limitrofi
- Coinvolgimento delle famiglie alla realizzazione del progetto

ASPETTO SOCIALE
- Le difficoltà logistiche, inoltre, proprio per la conformazione geografica del territorio, hanno alimentato continuamente, in modo più o meno accentuato, il senso del campanilismo di contrada non costruttivo.
- Numero alto degli alunni da gestire per un progetto di continuità integrale, che investisselibro tutti gli alunni di tutte le istituzioni scolastiche del territorio.

ASPETTO EDUCATIVO
- Tante esperienze educative distaccate le une dalle altre che, seppure di buon livello, non hanno avuto come obiettivo la continuità integrale fra scuola e territorio
- Complessità degli accordi fra le varie Istituzioni Scolastiche
ASPETTO FINANZIARIO
- Difficoltà nel reperire fondi e nel trovare soggetti finanziatori per un progetto ad ampio raggio.

FINALITA’

  • Promuovere la continuità orizzontale fra le istituzioni scolastiche:

- Circolo Didattico di Atessa,
- Istituto Comprensivo “D. Ciampoli” di Atessa,
- Istituto di Istruzione Superiore “S. Spaventa” di Atessa,
- Istituti Comprensivi a cui fanno riferimento i paesi limitrofi

  • Promuovere la continuità verticale e orizzontale fra lealtre agenzie socio-culturali-educative presenti sul territorrio:

- Banca di Credito Cooperativo Sangro Teatina di Atessa;
- Ente Locale di Atessa;
- Gli Enti Locali dei paesi limitrofi Atessa,
- Accademia “Ars Antiqua” di Atessa;
- Famiglie di tutti gli alunni coinvolti
Tutti gli istituti educativi statali e non statali presenti sul territorio

  • Promuovere la continuità verticale fra i diversi gradi di scuola:

- scuola dell’infanzia,
- primaria,
- secondaria di primo grado,
- superiori.

OBIETTIVO A LUNGO TERMINE
- Conseguire una Continuità Costruttiva fra gli alunni di tutte le scuole del territorio
- Creare una Continuità Integrale fra gli alunni di tutte le scuole del Comune di Atessa

OBIETTIVO A BREVE TERMINE
- Stabilire primi contatti fra le classi ponte di tutti gli ordini di scuola
- Offrire agli alunni un ventaglio di opportunità educativo-culturali che prevedano l’uso di linguaggi verbali e non verbali raramente coltivate e sviluppate attraverso le discipline scolastiche

CONTENUTI
Conoscenza di discipline educativo-artistico-culturali che, generalmente, nelle scuole sono marginali rispetto ai saperi irrinunciabili espressi nei documenti programmatici di ogni grado di scuola.
Esse sono:

- Canto Corale
- Danza Classica e Moderna
- Ginnastica Ritmica ed Artistica
- Musicoterapia
- Teatro

METODOLOGIA
Nell’ottica della continuità integrale, sono previste attività educative proposte dall’Accademia, attraverso i suoi esperti, fra alunni facenti parte delle ultime classi di ogni grado di scuola, tranne la scuola superiore che vedrebbe investiti del progetto gli alunni delle prime classi (ipotizzando un progetto di continuità pluriennale):
a) tutti i bambini dell’ultimo anno di scuola dell’infanzia
b) tutti gli alunni delle classi quinte di scuola primaria
c) tutti gli alunni di terza media inferiore
d) tutti i ragazzi delle prime classi di scuola superiore

danza modernaa) SCUOLA INFANZIA
Contenuti: Danza Classica e Moderna o Ginnastica Artistica e Ritmica, scegliendo una sola proposta
Tempi: In orario curricolare al mattino 10 incontri di 1ginnastica-ritmica ora ciascuno
Alunni Interessati: Bambini ultimo anno
Attività finale: spettacolo-evento
Periodo: febbraio-aprile 2011

b) SCUOLA PRIMARIA
1 fase
Contenuti: La leggenda di San Leucio
Tempi: In orario curricolare al mattino 10 incontri di 1 ora ciascunoteatro
Alunni interessati: classi quinte
Attività: laboratorio teatrale
Periodo: febbraio-aprile 2011
2 fase
Attività finale: Teatro Itinerante nella cittadina Atessana

coroc) SCUOLA MEDIA
1 fase
Contenuti: Canto corale
Tempi: 8 incontri di 2 (due) h. sede centrale Atessa
8 incontri di 2 (due) h. sede staccata di Montemarcone di Atessa
Alunni interessati: terza media
Attività: esecuzione di brani tratti da repertorio di musica lirica, classica, leggera
Periodo: febbraio-aprile 2011
2 fase
Tempi: 2 incontri di 2 (due) h. ciascuno
Alunni interessati: contemporaneamente allievi di terza media delle due sedi
Attività finale: concerto

d) SCUOLA SUPERIORE
Attività: laboratorio teatrale
Periodo: febbraio-aprile 2011

TEMPI
A lungo termine
Si prevede una scansione pluriennale del progetto, in prima ipotesi su base triennale.
A breve termine
Due (2) ore a settimana, oppure un’ora per due volte a settimana con inizio in data da definire sentite tutte le componenti aderenti al progetto

musicoterapiaSPAZI
Sono stati individuati alcuni spazi che rispettino le norme sulla sicurezza e che siano adatti a contenere un numero cospicuo di alunni:
- Nuova sede dell’Accademia Ars Antiqua in via Rue di Piane, 2 - Atessa
- Sedi delle classi scolastiche per ciascun plesso
- Teatro A. Di Iorio - Atessa
In vista dell’attuazione del progetto, tali spazi andranno valutati sia nel loro uso che nella loro disponibilità effettiva.

RISORSE UMANEaccademia ars antiqua
Accademia “Ars Antiqua :
- Direttore Artistico
- Esperti delle varie discipline:
• Canto Corale: M° Elio Gargarella e la prof.ssa Ilaria Carlucci
• Danza Classica e Moderna: Ins. Nadia Di Fazio
• Ginnastica Ritmica ed Artistica: Ins. Gabriella Scotto 
• Musicoterapia: Ins. Domenica Tumini
• Teatro: M° Enzo Tumini
- Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche di Atessa
- Personale Docente e non Docente di tutte le scuole del territorio di Atessa e zone limitrofe
- Alunni che partecipano al progetto
- Famiglie degli alunni che partecipano al progetto
- Ente Locale :
- Comune di Atessa
- Assessore alla Cultura del Comune di Atessa: Vincenzo Pellegrini
- Comuni interessati dal progetto
- Banca Credito Cooperativo “Sangro Teatina” di Atessa :
- Presidente: sig. Piergiorgio Di Giacomo
- Direttore Generale: sig. Fabrizio Di Marco

VERIFICA E VALUTAZIONE
Essendo il progetto pensato ad ampio raggio, contempla nel suo svolgimento la flessibilità e la riprogettazione continua.
Pertanto sia durante lo svolgimento che alla fine di ogni anno il progetto potrà essere soggetto a modifiche, integrazioni, sostituzioni, correzioni.

CONTRIBUTO FINANZIARIO
Il progetto è co-finanziato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Atessa e dalla Banca di Credito Cooperativo “Sangro Teatina” di Atessa per le esperienze educative dirette alle scuole del territorio di Atessa. La BCC si è resa disponibile per le problematiche organizzative, nelle possibili esperienze educative possibili, da realizzare con le scuole delle zone limitrofe al territorio atessano.

(Rosalina)

Commenti recenti

Creative Commons

Creative Commons banner
Questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons