Un Concerto Un Certamen

  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /home/accadem4/public_html/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 0.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /home/accadem4/public_html/sites/all/modules/captcha/captcha.inc on line 61.

By Rosalina - Posted on 28 Maggio 2012

Chiostro San PasqualeNel giorno della festa di San Pasquale 17 maggio alle ore 20 presso il chiostro del convento di Vallaspra ad Atessa, si è svolto il concerto dell'Accademia Ars Antiqua.
Un vero e proprio certamen culturale. L'ambientazione del chiostro del convento non poteva che essere il migliore sfondo scenografico. Come in una festa medioevale, un certamen nel convento, dove si sono susseguite le esecuzioni dei musicisti. Fra lumi come lanterne dalla fiamma corposa e traballante e gli archi superiori ed inferiori, che fanno da cornice al pozzo miracoloso. Vi era affacciato un pubblico che, incuriosito e ansioso, segnalava con un sommesso brusio l'ascolto del concerto.
Il concerto ha previsto l'esecuzione dei seguenti brani:

  1. Danza spagnola n.5 di Enrique Granados (Giancarlo Palena alla fisarmonica)
  2. Standchen, Serenata di Schubert (Alessia Rancitelli al violino e Ilaria Carlucci al pianoforte)
  3. La farfalletta di Vincenzo Bellini (Gabriele Cellucci al canto e Ilaria Carlucci al pianoforte)
  4. Caro mio ben di Giuseppe Giordani (Michaela Pace al canto e Ilaria Carlucci al pianoforte)
  5. L’insegn. Marilena Cellucci eseguirà al pianoforte LA TOCCATA IN MI minore di J.S. Bach tratta dalla raccolta BWV op.914
  6. L’insegn. Victoria Carpenco e la sua allieva Alessia Rancitelli duetteranno con i loro violini due brani: L’Aria di B. Pasquir e La toccata di C. Seixas
  7. Melodia dallo Studio Op. 10 n. 3 di F. Chopin (Ins. Victoria Carpenco al violino e Ilaria Carlucci al pianoforte)
  8. L'ins. Cinzia Mucci esegue Sirinx di C. Debussy per flauto solo
  9. Minuetto e Badinerie tratti dalla Suite in Si minore di J.S. Bach (Insegn. Cinzia Mucci al flauto traverso e Ilaria Carlucci al pianoforte)
  10. Ave Maria di Astor Piazzolla (Giancarlo Palena alla fisarmonica e Ilaria carlucci al pianoforte)
  11. Panis Angelicus di César Franck (Michaela Pace e Gabriele Cellucci al canto, Ilaria Carlucci al pianoforte)
  12. DOLCE SENTIRE, meglio conosciuta come “Fratello Sole Sorella Luna”, di R. Ortolani su testo tratto dalla celebre preghiera di S.Francesco D’Assisi (Insegn. Victoria Carpenco e Alessia Rancitelli ai violini, Insegn. Cinzia Mucci al flauto traverso, Giancarlo Palena alla fisarmonica e Ilaria Carlucci al pianoforte).

Il concerto si è illuminato di una luce soffusa con l'incalzare dell'imbrunire e le note sono diventate avvolgenti. Un certamen in cui, Giancarlo Palena, ha stupito, come sempre. Emoziona, parla col suo strumento, la fisarmonica, come se declamasse una poesia. Insieme ad Ilaria Carlucci ha eseguito un duetto che ha scatenato l'applauso entusiasta del pubblico. Il violino di Victoria Carpenco è stato lo stesso insieme alla sua allieva di grandi promesse Alessia Rancitelli. L'esecuzione di Marilena Cellucci, di una delicatezza e di un sentimento che sono passate dallo strumento all'anima in troppo breve tempo. Ed il flauto traverso di Cinzia Mucci ha riempito il chiostro di soavità leggera ed il duetto di Michaela Pace e Gabriele Cellucci è stato così accorato ed espressivo da ricevere lungo apprezzamento dal pubblico.
Un pubblico di amici, paesani, estimatori del luogo, che hanno apprezzato la formula ed il palcoscenico e che, in molti hanno affermato, sperano si ripeta in avvenire nel convento di San Pasquale.

(Rosalina)

Commenti recenti

Creative Commons

Creative Commons banner
Questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons