Artisti uniti per l' Abruzzo - Domani


By Rosalina - Posted on 12 Dicembre 2012

Artisti uniti per l'Abruzzo "la tua patria da ricostruire, comu le scole, le case e specialmente lu core e puru nu postu cu facimu l'amore"
Non è solo dedicata a noi abruzzesi... ma a tutti gli italiani.

 

E' un testo che dice moltissimo... Anche i nostri artisti non sono da meno, sanno fare grandi cose. Peccato che siamo malati di esterofilia, come al solito, l'erba del vicino è sempre più verde!
Nata per sostenere dopo il terremoto dell'Aquila la cultura aquilana, ricostruire il conservatorio e il teatro.
La dedico a tutti quelli che si sentono soli perchè... "Domani è già qui".

Testo:
Tra le nuvole e i sassi passano i sogni di tutti
passa il sole ogni giorno senza mai tardare.
Dove sarò domani?
Dove sarò?
Tra le nuvole e il mare c'è una stazione di posta
uno straccio di stella messa lì a consolare
sul sentiero infinito del maestrale
Day by day
Day by day
hold me shine on me. shine on me
Day by day save me shine on me
Ma domani, domani, domani, lo so
AquilaLo so che si passa il confine, E di nuovo la vita
sembra fatta per te e comincia domani domani è già qui
(rap1) Estraggo un foglio nella risma nascosto scrivo e non riesco
forse perché il sisma mha scosso
(rap2) Ogni vita che salvi, ogni pietra che poggi, fa pensare a domani
ma puoi farlo solo oggi
e la vita la vita si fa grande così e comincia domani
Tra le nuvole e il mare si può fare e rifare
con un pò di fortuna si può dimenticare.
Dove sarò domani? Dove sarò?
oh oh oh
(rap3) Dove sarò domani che ne sarà dei miei sogni infranti,
dei miei piani
Dove sarò domani, tendimi le mani, tendimi le mani
Tra le nuvole e il mare si può andare e andare
sulla scia delle navi di là del temporale
e qualche volta si vede domani
una luce di prua e qualcuno grida: Domani
(rap4) Come laquila che volalibera tra il cielo e i sassi
siamo sempre diversi e siamo sempre gli stessi,
hai fatto il massimo e il massimo non è bastato
e non sapevi piangere e adesso che hai imparato
non bastano le lacrime ad impastare il calcestruzzo
eccoci qua cittadini dAbruzzo
e aumentano dintensità le lampadine una frazione di
secondo prima della finee la tua mamma,
la tua patria da ricostruire, comu le scole, le case
e specialmente lu core e puru nu postu cu facimu lamore
Domaninon siamo così soli a fare castelli in aria
non siamo così soli sulla stessa barca
non siamo così soli a fare castelli in aria
non siamo così soli a stare bene in Italia
sulla stessa barca
a immaginare un nuovo giorno in Italia
Tra le nuvole e il mare si può andare, andare
Sulla scia delle navi di là dal temporale
Qualche volta si vede una luce di prua e qualcuno grida,
domani
Non siamo così soli Domani è già qui Domani è già qui
Ma domani domani, domani lo so, lo so,
che si passa il confine
E di nuovo la vita sembra fatta per te e comincia
domani
Tra le nuvole e il mare, si può fare e rifare
AbruzzoCon un pò di fortuna si può dimenticare
E di nuovo la vita, sembra fatta per te
E comincia
domani
E domani domani, domani lo so
Lo so che si passa il confine
E di nuovo la vita sembra fatta per te
E comincia domani
Domani è già qui, domani è già qui

Le informazioni più interessanti si trovano qui:
http://it.wikipedia.org/wiki/Domani_21/04.09

(Rosalina)

Commenti recenti

Creative Commons

Creative Commons banner
Questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons